“Parola ai Tifosi”: il bilancio dell’Atalanta del girone d’andata

Siamo arrivati alla fine di questo 2018. Un anno in cui l’Atalanta e i suoi tifosi hanno attraversato momenti tanto emozionanti quanto difficili: da Dortmund alle lacrime del 22 febbraio a Reggio Emilia, dalla semifinale di Coppa Italia alla riconquista dell’Europa, dal ritorno della Festa della Dea alla delusione di Copenaghen ai rigori, senza dimenticare la caduta contro la Sampdoria e le gioie contro Inter, Juventus e Sassuolo. Al di là della variazione del contesto, c’è un elemento che indipendentemente dai risultati non svanisce mai, anzi, cresce: la passione.

Passione che ha trascinato l’intera città di Bergamo al fianco dei ragazzi di Gasperini, spingendoli a compiere imprese storiche; non basta neanche rischiare la Serie B per fermare questo popolo: segno di grande compattezza tra tifo, ambiente e società. Tornando al campo, l’Atalanta finisce il girone d’andata ottava in classifica con 28 punti, a tre lunghezze dal quinto posto e a quattro dal quarto (che vorrebbe dire Champions League). Va bene così? Si poteva fare di più? Troppi punti persi per strada? Parola ai tifosi!

L’OPINIONE DEI TIFOSI DELL’ATALANTA

Marcello Limonta: mancano almeno 4-5 punti.

Geo Ruggero Longhi Zanardi: manca qualche punto, ma va bene così. Sempre e solo forza Atalanta!

Luca Airoldi: mancano 2/3 punti, ma va benissimo così.

Bobo Juri Bosio: va bene così; probabilmente una partita in più potevamo vincerla, ma con la Lazio non meritavamo, quindi tutto torna.

Guzu Italiano: considerando le sconfitte con squadre molto inferiori (Spal, Empoli, Cagliari…) almeno cinque o sei punti in più potevamo benissimo averli.

Maurizio Locatelli: ottima, calcolando le problematiche post Europa League, direi che siamo in una posizione ideale per un ritorno migliore.

Giorgio Salaroli: sarebbe stato giusto girare a 32 punti.

Gloria Bonadei: forse manca qualche punto. In compenso, mi sono emozionata a vedere le nostre partite. Grazie mille Atalanta!

Davide Benedetti: la costanza non è il nostro forte in questa annata. Per cui, diciamo che siamo in linea.

Ciusini Sini: forse una vittoria tra Empoli, Cagliari e Spal; per il resto grandi, ma va bene anche così. Forza Atalanta.

Giuseppe Boschini: tutto sommato girone d’andata positivo. Abbiamo un punto in più dell’anno scorso; considerando che abbiamo iniziato a giocare partite ufficiali a luglio, e di solito il girone di ritorno è più redditizio. Possiamo giocare per traguardi più ambiziosi; vediamo anche come si evolve il mercato di gennaio.

Gianluca Galbiati: ne mancano 8: due con la Juve e tre contro Genoa e Empoli.

Gabriele Fratus: ormai è inutile recriminare sui punti gettati alle ortiche (Empoli in primis); son sicuro che li recupereremo nel ritorno, Champions possibile (infortuni dei big permettendo).

Laura Pezzotta: meritavamo di più: abbiamo perso dove si poteva vincere. Grazie ugualmente Atalanta per le bellissime prestazioni.

Ornella Consonni: abbiamo lasciato per strada alcuni punti, ma questo è il passato ,ora è fondamentale concentrarsi per il girone di ritorno dove certe distrazioni possono essere fatali.

Luca Olmi: in alcuni casi siamo stati fortunati però potevamo avere 3/4 punti in più.

Paolo Moretti: l’unica cosa che mi secca è aver perso punti con le piccole, ma soprattutto con la Fiorentina.

Andrea Jimmy Belotti: ne mancano 5.

Enrico Pesenti: sulla carta mancano 6/7 punti.

Patrizio Bonacina: 4 punti (3 contro l’Empoli e uno a Firenze).

Elvio Bergamelli: abbiamo perso almeno 4/5 punti.

Danilo Loss: nove punti (Cagliari, Empoli e Genova).

avatar
Studente universitario iscritto alla facoltà Scienze della Comunicazione. La mia più grande passione è il calcio: soprattutto nell'ambito giornalistico.
No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!