Il giornalino “Sostieni la Curva” compie 18 anni

SOSTIENI LA CURVA – 18 anni di passione, di colori, di lotta alla repressione, di “controinformazione”. 18 anni di vita legati all’Essere Ultras, un modo di vivere diverso dal comune, ma vero e genuino. Con una fede e un “credo” più grande di qualsiasi altra cosa: l’Atalanta.

Son trascorse ben 18 primavere dall’uscita del primo numero del giornalino della Curva Nord atalantina, quando la Dea pareggiò tra le mura amiche contro il Bologna, grazie alle reti di Ventola e Morfeo (che risposero alla doppietta di Beppe Signori). Un giornalino creato per informare i tifosi, per renderli partecipi della vita di curva e per raccontare le emozioni che quotidianamente vive il popolo bergamasco.

Una storia, dicevamo, fatta di passione, colori e lotta alla repressione. Sì, perchè il calcio è cambiato negli ultimi 20 anni e, insieme ad esso, son cambiate anche le norme relative alle trasferte e al materiale pirotecnico che prima arricchiva in maniera importante le coreografie di tutte le tifoserie. Una repressione che ha provato in tutti i modi a cancellare dal mondo del calcio la figura dell’Ultras, cercando di riavvicinare le famiglie al gioco più bello del mondo. Risultato? Stadi vuoti e spesso privi di calore e tifo.

La Curva Nord Federico Pisani, sin dal principio, ha preso una decisione, tenendo fede a un determinato pensiero, rimanendo sempre “Coerente”. Coerenza e Mentalità, ciò che contraddistingue la storia di una curva che è tuttora il faro guida di gran parte del movimento ultras italiano.

Sempre dalla parte dei tifosi, sempre dalla parte dell’Atalanta. Auguri “Sostieni la Curva”!

Leggi anche:

Atalanta-Udinese: la conferenza stampa di Gasperini pre partita

Atalanta, la festa degli ultras nerazzurri in onore della Curva Nord