“Dea, ma come ti vesti?”. I modelli di Atalanta Cinematic Universe

Nonostante ci sia la pausa Nazionale, il mondo atalantino non si ferma neanche un minuto. Stuzzicare l’appetito dei tifosi della Dea attraverso analisi e commenti su determinati argomenti è sempre all’ordine del giorno, ma c’è un aspetto che non va mai accantonato: quello della creatività. Oggi viene inaugurata una nuova rubrica, in collaborazione con Atalanta Cinematic Universe (Facebook, Instagram), basata sulla creazione di nuovi prototipi di maglie dell’Atalanta attraverso un mix di casacche storiche della società bergamasca. Ma come sempre non perdiamoci in chiacchiere e analizziamo queste divise innovative.

MAGLIA CASALINGA – Dal passato con furore

 

La casacca in questione riprende quelle che erano le origini dell’Atalanta Bergamasca Calcio, infatti c’è un particolare che molti avranno sicuramente notato. Non ci sono le classiche righe nerazzurre, ma bensì la linea divisoria tra i due colori è soltanto una. Prima del design che tutti noi conosciamo, lo stile di maglia dei primi anni di fondazione era proprio questo.

MAGLIA DA TRASFERTA – Targa 2010

Lontano da Bergamo, Atalanta Cinematic Universe ha voluto rispolverare il vecchio modello del 2010. Bianco classico con righine nere e azzurre: giusto mix che a primo impatto può sembrare monotono, ma andando ai dettagli viene fuori una casacca fatta veramente bene.

TERZA MAGLIA – Oro che luccica

La terza casacca è una sorta di “spacco” con la classicità. Il colore principale è il giallo-oro con una sfumatura nera nella parte bassa della maglia. Tutto sommato una scelta abbastanza positiva nonostante tenda a non mettere il nero e l’azzurro.

Leggi anche:

Atalanta, il bilancio “Nazionale” dei suoi giocatori

 

avatar
Studente universitario iscritto alla facoltà Scienze della Comunicazione. La mia più grande passione è il calcio: soprattutto nell'ambito giornalistico.