Balzaretti racconta Ilicic: “A Palermo indegno nei prepartita, ora è fortissimo”

Intervistato dai microfoni di Goal.com, Federico Balzaretti ha avuto l’opportunità di parlare della crescita esponenziale di Josip Ilicic, suo compagno di squadra ai tempi del Palermo. L’ex terzino di Juve e Roma ha raccontato diversi retroscena legati al fantasista sloveno, ora stella dell’Atalanta, senza dimenticare alcuni lati particolari del carattere del classe ’88.

Facendo un passo indietro nel tempo, Balzaretti ha ricordato il doppio confronto fra Palermo e Maribor, una “sfida” che poi si ripresentò anche sul mercato: “Tra il match d’andata e quello di ritorno si diceva che Ilicic e Bacinovic fossero già stati acquistati dal Palermo. Avevamo vinto 3-0, ma al ritorno in Slovenia stavamo perdendo 2-0 e ricordo che scherzosamente li minacciavamo: ‘guardate che poi dovete venire a Palermo, se poi ci eliminate sono cacchi vostri’… Fortunatamente poi ci qualificammo.”

Poi, l’arrivo di Ilicic in Sicilia: “Sembrava Olivia di Braccio di ferro. Arrivò con un marsupio e un paio di jeans strettissimi che mettevano in risalto quelle gambine magrissime. Ti chiedi come fa a essere così rapido un giocatore con queste leve o così tecnico un giocatore con questi piedi. Lui è tutto una contraddizione: lo chiamavamo la ‘nonna’. Il suo carattere? Lo vedevi sempre con quell’atteggiamento particolare. Nel prepartita era indegno, voleva essere lasciato tranquillo, correva a 3-4 chilometri all’ora, poi arrivava il momento di esercitarsi sui tiri e allora dava spettacolo. Alle difficoltà non reagiva mai come doveva reagire, se le cose andavano bene rendeva, altrimenti si buttava giù.”

L’incontro con Gasperini ha cambiato radicalmente il modo di giocare e di approcciare alle partite di Josip, talento che si è consacrato alla soglia dei 32 anni: “La svolta è stata capire come affrontare le cose, la sua crescita, lo switch è stato mentale. La grande differenza nel leggere le situazioni durante la partita, sapere sempre prima cosa fare. Oggi è sicuramente tra i tre giocatori più forti della Serie A“.

Leggi anche:

Atalanta, PSG e Tottenham interessati a Castagne

Atalanta, Il Mattino: “Napoli interessato a Ilicic e Zapata”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.