Atalanta-Manchester City 1-1: le dichiarazioni di Gomez nel post partita

Nel post partita di Atalanta-Manchester City, ha parlato ai microfoni di Sky Sport anche il Papu Gomez, che ha analizzato così l’1-1 maturato questa sera a San Siro.

Le dichiarazioni di Gomez nel post partita di Atalanta-Manchester City 1-1

Cosa mi ha detto Guardiola? Mi ha detto che è come andare dal dentista quando gioca contro di noi. Lo prendo come un complimento.

Peccato che non siamo riusciti ad arrivare vicino alla porta con Walker tra i pali, questo è il dispiacere. Siamo contenti di essere ancora vivi nella competizione, grazie al pareggio dello Shakhtar, quindi siamo veramente contenti.

In Europa cambia il ritmo, è quello che ho notato, anche nelle amichevoli estive che abbiamo perso in Spagna e in Inghilterra. Andavano a mille, mentre in Italia il ritmo è molto più lento e si gioca più di posizione. In Champions League giocano sempre per attaccare, ti pressano altissimi, ti pressano sempre, mentre in Italia questo non lo fa nessuno. Quello che facciamo noi in Italia va benissimo, ma in Europa serve qualcosa in più.

Basta vedere Ederson, è un portiere ma forse ha più tecnica di tanti giocatori che abbiamo noi. Mette la palla dove vuole, c’è una velocità di pensiero diversa, una tecnica importante e un modo di giocare diverso in Europa.

Il City piano piano ti mette in porta, ma noi volevamo restare in vita e tenere la partita aperta fino all’80’, era questo il nostro obiettivo. Devi fare così in queste grandi squadre, poi nel secondo tempo abbiamo alzato il ritmo e loro si sono abbassati un po’, ci è andata bene. Poi ci vuole anche un pizzico di fortuna, perché se loro segnano il rigore è praticamente finita”.

Leggi anche:

Atalanta-Manchester City 1-1: le dichiarazioni di Guardiola nel post partita

Atalanta-Manchester City 1-1: le dichiarazioni di Pasalic nel post partita

Atalanta-Manchester City 1-1: le dichiarazioni di Ilicic nel post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.