Atalanta, Luis Muriel a La Gazzetta dello Sport: “Champions? Voglio Real o Barcellona”

Lunga intervista rilasciata da Luis Muriel a La Gazzetta dello Sport. L’attaccante dell’Atalanta ha parlato, direttamente dal ritiro di Clusone, della sua nuova avventura in maglia nerazzurra.

Queste le sue parole: “Doveva ancora finire il campionato e si vedeva il solito film: gli altri in difficoltà e quelli dell’Atalanta che si divertivano a correre ancora come matti. Mi sono detto: ‘se vado lì arriverò a quel livello di condizione e potrò fare tanti gol'”.

Il suo connazionale Duvan Zapata gli ha ancipato i metodi di lavoro di Gian Piero Gasperini: “Mi ha detto ‘per tre mesi mi sembrava di essere sbriciolato, poi ho iniziato a volare. Gasperini tira fuori il meglio da tutti’. Ha avuto il suo peso. Poi in questo giorni Gasp mi ha spiegato come e con quali tempi muovermi per ricevere la palla ed essere il più pericoloso possibile. E ho capito che Duvan ha ragione. Il mio rapporto con lui? Potremo anche giocare insieme con lui centravanti e io più esterno. A me piace girare, non avere una posizione fissa. Mi piace l’idea di avere alle spalle uno come il Papu Gomez”.

Se dovesse scegliere un’avversaria in Champions League, Muriel non ha dubbi: “Real Madrid o Barcellona, ma anche far soffrire il Bayern Monaco”.

L’infortunio in Copa America ha rischiato di condizionare il suo trasferimento a Bergamo: “Mi sembra di sentire ancora Paredes cadere con tutto il peso del corpo sul mio ginocchio. Ho respirato solo due tre ore dopo, una volta svolti gli esami. Ho avuto paura, tanta paura”.

Leggi anche:

Atalanta, Duvan Zapata: Rinnovo nerazzurro a breve